Relazioni tra Unione europea e Cina e accordo globale in materia di investimenti

Nelle ultime settimane i negoziati sull’accordo globale UE-Cina in materia di investimenti sembrano aver acquisito un maggior slancio e diversi organi di informazione hanno sottolineato che si tratta di un’evoluzione positiva.

Nonostante le precarie condizioni dell’economia europea, ancora profondamente colpita dalla crisi causata dalla pandemia, la presidente della Commissione ha dichiarato che tale accordo offrirà agli investitori dell’UE un accesso senza precedenti al mercato cinese, consentendo alle nostre imprese di crescere e creare posti di lavoro.

Alla luce di tale ottimistica dichiarazione, e tenuto conto del profondo impatto che l’accordo globale in materia di investimenti avrà sul mercato e le politiche esterne dell’Unione, può la commissione chiarire:

1. se ritiene che l’avanzamento dei negoziati sull’accordo globale sia fondato su miglioramenti significativi relativi alle condizioni dei diritti umani in Cina, considerando l’importanza che questi ultimi rivestono nell’elaborazione della politica commerciale dell’UE;

2. se ha effettuato una valutazione d’impatto aggiornata per quanto concerne l’accordo globale UE-Cina in materia di investimenti e le sue ripercussioni sui consumatori e sulle imprese dell’Unione, in particolare alla luce dell’attuale crisi economica;

3. se, considerando l’importanza delle relazioni transatlantiche, ha coinvolto il governo degli Stati Uniti o l’ha informato di tale decisione e se sta valutando la possibilità di coordinare le politiche commerciali ed esterne con gli Stati Uniti, vista la natura sensibile della questione?

Approfondisci sul sito del Parlamento Europeo

Condividi sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Iscriviti alla nostra newsletter