Bizzotto (Lega): reddito di cittadinanza a 2 tunisini che finanziavano terrorismo islamico, Governo ha gravi responsabilità

Bizzotto (Lega): reddito di cittadinanza a 2 tunisini che finanziavano terrorismo islamico, Governo ha gravi responsabilità

“Com’è possibile che due cittadini tunisini residenti a Bologna percepissero indebitamente il reddito di cittadinanza italiano dichiarando redditi falsi? Com’è possibile che i due tunisini siano riusciti a inviare i soldi a un pericoloso foreign fighter islamico iscritto nelle liste antiterrorismo del Belgio? Com’è possibile che le autorità locali non sapessero che i due occupavano un alloggio popolare dal 2011 pur non avendone alcun diritto?”.

Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto, secondo cui “l’intera vicenda dei due tunisini appena denunciati e nemmeno arrestati a Bologna, rappresenta in un colpo solo il triplice fallimento del Governo PD- 5 Stelle su tre temi fondamentali: reddito di cittadinanza, immigrazione e terrorismo”. “In particolare” sottolinea la Bizzotto “risulta davvero preoccupante la disarmante semplicità con cui i due siano riusciti di fatto a finanziare i terroristi islamici inviando i soldi attraverso un comune money transfer”.

L’europarlamentare Bizzotto sottolinea come “tali ‘disattenzioni’ sembrano essere sistematiche per il nostro Paese: nei giorni scorsi ho presentato un’interrogazione alla Commissione UE denunciando come l’Europa e lo Stato italiano finanzino, direttamente o indirettamente, ONG vicine al terrorismo islamico, persino attraverso il 5×1000. Mi riferisco in particolare dell’IslamicRelief Worldwide che una recente indagine della magistratura tedesca ha dimostrato essere infiltrata di elementi dei Fratelli Musulmani. La scorsa estate i vertici della stessa Ong sono stati al centro di uno scandalo per alcuni post su Facebook in cui si esaltavano i Fratelli Musulmani e Hamas e in cui si definivano gli ebrei ‘nipoti di scimmie e maiali’. Nonostante questo Italia e UE continuano scandalosamente ad apparire come supporter dell’organizzazione”.

“Basta accondiscendenza verso il fanatismo islamico, che va attenzionato e combattuto in ogni modo – conclude l’eurodeputata Bizzotto – Il dilettantismo e l’ipocrisia del Governo ci stanno mettendo in serio pericolo”.

Condividi sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Iscriviti alla nostra newsletter