Il Covid è virus cinese

Il Covid è virus cinese

“La blogger cinese Zhang Zhan rischia 5 anni di carcere per aver raccontato semplicemente la verità sull’esplosione della pandemia Covid nel suo Paese e da noi ancora c’è chi pensa che la Cina non abbia responsabilità precise e gravi sulla diffusione del virus che sta uccidendo milioni di persone in tutto il mondo”.

Così l’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto commenta le preoccupanti notizie che arrivano da Pechino, annunciando in merito una lettera all’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri Josep Borrell.

“Ha ancora più ragione Trump a chiamarlo ‘virus cinese’, e così faremo sempre anche noi perché è la sacrosanta verità – sottolinea l’eurodeputata Bizzotto – E la Zhan non è nemmeno l’unica ad aver pagato cara la sua battaglia di verità e la sua sfida al regime comunista e oscurantista di Pechino. Altri come lei sono stati arrestati, come l’avvocato attivista Chen Qiushi che a gennaio è finito in carcere per aver raccontato la verità sull’epidemia, ed è stato rilasciato solo un paio di mesi fa. Stessa sorte del blogger Li Zehua e del giornalista Fang Bin, che a differenza degli altri è sparito nel nulla”.

Condividi sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Iscriviti alla nostra newsletter