Bizzotto (Lega) presenta interrogazione alla Commissione UE: “Fermare lo strapotere dei social che violano i diritti e la libertà di opinione. Oligarchia digitale pericolo per la democrazia”

“La libertà di opinione, di espressione e di stampa sono diritti e valori universali e non negoziabili che in uno Stato democratico e di diritto non possono mai essere messi in discussione. Le sospensioni Twitter degli account di Trump e quella del quotidiano Libero, a cui va la nostra totale solidarietà, rappresentano una censura gravissima e sono il segnale di una pericolosa deriva”.

Lo dichiara l’europarlamentare delle Lega Mara Bizzotto che sul caso Libero ha presentato un’interrogazione alla Commissione UE chiedendo “l’intervento di Bruxelles per individuare strumenti normativi di contrasto alla violazione dei diritti e delle libertà garantite dagli ordinamenti democratici”.

“La libertà di espressione può avere dei limiti, ma questi vengono fissati dalla Legge e dai legislatori, non dal management di aziende private – continua l’eurodeputata Bizzotto – Non possiamo permettere che questa situazione rappresenti una seria minaccia per la libertà e la democrazia, e questa volta hanno pienamente ragione la Merkel e il governo francese a sollevare un problema di diritti e di democrazia”.

Condividi sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Iscriviti alla nostra newsletter