NEWS

Ultimate Posts

comun005.jpg

La Lega non si scioglierà mai nel PDL: essere antifascisti significa essere democratici

Mara Bizzotto sulle dichiarazioni filo-fasciste dell'Assessore Regionale Elena Donazzan

“Non si può che rimanere sbalorditi di fronte ai pesanti attacchi dell’Assessore Elena Donazzan contro la Lega Nord e contro l’antifascismo. Le parole dell’amica Elena, nell’anno di grazia 2008, sono totalmente fuori dal mondo, come riconoscono pubblicamente anche alcuni suoi colleghi di partito, tra cui l’Assessore Regionale Massimo Giorgetti. Antifascismo significa libertà e democrazia, e chi lo nega si pone da solo fuori dalla maggioranza che governa il Veneto e l’Italia”.

Queste le parole del consigliere regionale vicentino della Lega Nord, Mara Bizzotto, alle esternazioni dell’Assessore Regionale Donazzan comparse in un’intervista al Giornale di Vicenza.

“Innanzitutto sono da rispedire al mittente le accuse contro la Lega che, mi dispiace per la Donazzan, è un partito giovane e in piena salute sia come contenuti politici sia come elettorato -spiega Bizzotto– La Lega, grazie ad Umberto Bossi, ha sempre dimostrato di essere all’avanguardia e davanti agli altri in tantissime battaglie ed intuizioni politiche. Vecchio e anacronistico è piuttosto chi ha la testa rivolta ad un passato fatto di camice nere e olio di ricino che, fortunatamente, è stato sconfitto dalla storia e non ritornerà più. Non esiste poi, nel modo più assoluto, che la Lega, primo partito del Vicentino e del Veneto, venga annessa o si sciolga dentro il nascituro PDL: si tratta di un assunto impossibile, la Lega non si farà annettere, né ora né mai, da nessun altro partito, tantomeno il PDL”.

“E’ grave che un Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione dica simili amenità che confliggono con la storia di un Paese, di una Regione e di migliaia di uomini e donne di ogni colore politico che hanno vissuto la tragedia del totalitarismo fascista, e che non sono certo nostalgiche di quel periodo -afferma Mara Bizzotto– E tanto più grave è che certe affermazioni siano fatte da chi viene da una terra, come Bassano, che è stata martoriata dal nazifascismo e che è stata teatro di drammi immani come l’eccidio di Viale dei Martiri per mano del Boia di Bassano. La storia non si può dimenticare o modificare a seconda delle proprie ideologie, e la Lega è sempre stata contro ogni forma di violenza e di totalitarismo, fascista o comunista che sia”.

“L’amica Elena farebbe bene a chiarire o ritrattare le sue affermazioni -conclude Mara Bizzotto– Da segretaria leghista del Bassanese faccio presente che, per le prossime elezioni amministrative, a livello locale non possiamo essere alleati con chi rinnega l’antifascismo ed idolatra il fascismo. Per questo mi auguro che Forza Italia, Alleanza Nazionale e il nuovo PDL siano in grado di chiarire questa sgradevole vicenda o, del caso, di isolare simili frange estremiste. E’ comunque assurdo e desolante che nel 2008, con tutti i problemi che ci sono, ci si trovi ancora a disquisire di antifascismo”.