NEWS

Ultimate Posts

comun001.jpg

Inaccettabili le accuse del compagno Fini

Mara Bizzotto sulle dichiarazioni del Presidente della Camera Gianfranco Fini

“E’ tornato il compagno Fini, quello che difende i diritti dei clandestini e offende il popolo Veneto. Caro Presidente della Camera, i Veneti sono stanchi di chi sputa sentenze offensive contro la nostra gente in modo del tutto immotivato”.

Questo il commento del consigliere regionale vicentino della Lega Nord, Mara Bizzotto, alle dichiarazioni, riportate sulla stampa, fatte ieri dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, in un incontro pubblico a San Donà di Piave.

“Le parole di Fini sono inaccettabili -attacca Mara Bizzotto- Se vuole denunciare il lavoro nero vada nel Meridione, non in Veneto, a fare certi discorsi. E non venga a parlarci di razzismo: il Veneto è la Regione d’Italia con il miglior grado di integrazione degli stranieri”.

“Le sue sono dichiarazioni insensate contro il nostro popolo, fatto di gente laboriosa, onesta, civile e solidale con chi viene in Italia per lavorare e rispettare le leggi -continua Bizzotto- Invece, per quegli extracomunitari che vengono qui a delinquere, le porte devono essere chiuse a doppia mandata, e devono essere rimandati a casa loro senza falsi buonismi”.

“Il cavaliere rosso Fini continui pure così – conclude Mara Bizzotto- I cittadini e gli imprenditori veneti sapranno dimostrargli, nel voto di giugno, cosa pensano delle sue ingiusticate sparate”.