NEWS

Ultimate Posts

comun004.jpg

In Europa continuerà il mio impegno a favore dei Veneti

“Tra le priorità, il sostegno alle aziende e ai lavoratori veneti e la lotta all’immigrazione clandestina”

Dopo 9 anni a Palazzo Ferro Fini, la vicentina Mara Bizzotto, eletta lo scorso giugno al Parlamento Europeo con circa 34 mila voti, lascia il Consiglio Regionale per i suoi nuovi impegni a Bruxelles e Strasburgo.

“Sono stati 9 anni di dure battaglie e grandi soddisfazioni, che mi hanno vista impegnata in prima linea sempre con un solo obiettivo: fare gli interessi del Veneto e dei Veneti –afferma l’onorevole Bizzotto, entrata in Regione nel 2000 a soli 28 anni- Tra le tante cose fatte, quelle di cui vado più orgogliosa sono la battaglia per cancellare le pensioni d’oro dei politici regionali, le iniziative per respingere i rifiuti di Napoli, la restituzione delle tasse di bonifica a 500 mila famiglie venete, il dimezzamento dei consorzi di bonifica e l’esenzione totale dalla tassa per 2 milioni di Veneti, la Legge blocca capannoni, la Legge che istituisce i boschi di pianura, la proposta di una squadra di ciclismo tutta veneta”.

“Anche in Europa continuerò a portare avanti il mio impegno e le mie consuete battaglie a difesa della nostra terra e della gente veneta, rafforzando ancor di più il legame con il territorio –conclude Mara Bizzotto, che in Europa farà parte delle Commissioni “Occupazione, Lavoro e Fondo Sociale Europeo” e “Affari Interni e Immigrazione”- Tra gli obiettivi da perseguire, le priorità saranno certamente portare in Veneto quanti più finanziamenti possibili a favore delle nostre aziende e dei nostri lavoratori che stanno soffrendo la grave crisi economica, individuare un piano comunitario di contrasto all’immigrazione clandestina, ottenere maggiori fondi europei per la realizzazione di nuove infrastrutture e opere pubbliche”.