NEWS

Ultimate Posts

170527Com

La Leghista Mara Bizzotto candidata vice presidente del Parlamento Europeo

É l’eurodeputata della Lega Mara Bizzotto il nome scelto da Matteo Salvini e dal gruppo sovranista “Identità e Democrazia” per la candidatura a Vice Presidente del Parlamento Europeo.
Per la Lega si tratta di una prima volta storica: finora infatti la Lega non aveva mai espresso un candidato (Presidente o Vice) ai vertici del Parlamento Europeo.
Mara Bizzotto, alla sua terza legislatura in Europa e Capodelegazione uscente della Lega, è stata eletta alle elezioni del 26 maggio sull’onda di 94.875 voti di preferenza, risultando il candidato della Lega più votato di tutta Italia dopo Matteo Salvini.
“Ringrazio il nostro leader Salvini e tutti gli eurodeputati del gruppo che hanno scelto la mia figura per questo prestigioso incarico – commenta Bizzotto – É un onore poter rappresentare ai massimi livelli la Lega, primo partito in Italia e primo partito di tutta Europa con oltre 9 milioni di voti conquistati”.
“Il Parlamento, unica Istituzione europea democraticamente eletta, deve essere la casa di tutti i cittadini dove tutti i gruppi e partiti politici devono essere proporzionalmente rappresentati – dichiara Bizzotto – Dopo l’esito delle Europee e il nostro trionfo elettorale, vedremo se alcuni tra i grandi gruppi avranno ancora l’arroganza di mettere in atto lo scandaloso cordone sanitario contro la Lega come hanno minacciato nelle scorse settimane per tenerci fuori dalla gestione democratica delle istituzioni europee”.
“Escluderci dalla Vice Presidenza solo perché siamo leghisti, sarebbe un vero e proprio attacco alla democrazia e uno schiaffo a 9 milioni di italiani che hanno votato Lega e ad altri milioni di cittadini europei che hanno votato le forze di cambiamento che fanno parte del nostro gruppo – conclude l’europarlamentare Mara Bizzotto – Il cordone sanitario contro la Lega sarebbe una sconfitta per la democrazia e un boomerang politico che tornerebbe presto addosso a chi ha partorito questa antidemocratica strategia”.